Pensieri sparsi: riflessioni sulla fine del 2018… monologo1

Boh… non so se è una buona idea… dico; iniziare a scrivere un post impegnativo alle 3 di notte di un sabato sera qualunque (anzi, è l’ultimo sabato sera del 2019), ma comunque di un sabato sera stancante, forse non è la migliore idea nè per me, nè per voi…. voi chi?!? Chi legge?!? Chi “spia”?!? Chi sa?!? Chi aiuta??!?…

Fondamentalmente scrivo perchè vorrei dire ai miei cari E A ME STESSO, di tenere duro, di cercare di provare a vivere il 2020 con positività nel pensiero, di non farsi spremere in malo modo dalle cose che non vanno, di cercare di fare il meglio che possiamo IN OGNI caso, e in tutti i contesti, che poi, che senso avrebbe fare e pensare il contrario?…. A che pro?! Cambia qualcosa? Forse preparasi “meglio” al peggio aiuterebbe?!

Questi ultimi mesi sono stati pesanti, pesanti PER TUTTI, (ovviamente di più per chi la faccenda la sta vivendo in prima persona….) sto parlando di te Irene, di te, mia cara NENEMUSHA… (poi il film dobbiamo rivedercelo)… ormai penso che le persone a noi vicine sappiano della Sclerosi Multipla quindi è inutile girarci attorno, anche se nel tuo blog non ne hai mai parlato e spero che non ti dia fastidio se ne ho scritto io.

Quindi, tra l’arresto cardiaco di mio padre in estate, la tua accertata malattia a inizio inverno, direi che il 2019 lo possiamo ARCHIVIARE in una bella cartella nascosta nel più profondo cassetto disponibile del nostro cervello e di non pensarci più per mooooolti anni eh? 🙂

Prossima settimana torniamo se vogliamo nel posto dove sono iniziati i grossi casini della vita, a Spotorno, ma ci torniamo con un’energia in più no?!? Ora abbiamo (hai) anche il Reiki tra le mani, e sono sicuro che nel caso potrai usarlo per “difendere” anche noi dallo sconforto nel caso dovesse venir fuori! Perchè anche se è ingiusto dirlo, sei sempre tu che in ogni caso hai la forza di darci energia, lo facevi prima e lo fai ancora di più adesso che stai riprogrammando la vita.

Ragiono come sulla memoria di un PC, mi piace pensare che ogni tanto un reset, un ripristino di fabbrica possa fare bene anche all’essere umano. Siamo pieni di ansie, di rancori, di rabbia per cazzate, ogni tanto bisogna cancellare!. La mia prima GROSSA formattazione l’ho fatta a 23 anni, perchè anche l’adolescenza avanzata non è mica una passeggiata nè!. A suo tempo sono ripartito con un sistema nuovo, con nuovi aggiornamenti e nuove opzioni disponibili per affrontare meglio la vita e i nuovi problemi. Ad oggi non so dire se sia stato un’aggiornamento giusto, ma sicuramente mi ha permesso di continuare a vivere “serenamente”. Tu mi hai aiutato, mi hai sempre aiutato, siamo cresciuti assieme e con te e Daniele ho avuto sempre avuto rapporti onesti e sinceri.

Ora forse devo “riprogrammare” assieme a te.

Mi girano le palle per la politica… che non fa nulla per aiutare concretamente a risolvere i problemi, vorrei una politica fatta di giovani, di ragazzi che hanno voglia di lottare in primis per proteggere il nostro pianeta, gli anziani sono troppo “corrotti” nei pensieri e nei modi, spero che Greta Thunberg riesca a spronare un po’ questa classe dirigente che non capisce che dobbiamo occuparci della nostra casa, della Terra… non abbiamo futuro altrimenti.

Vorrei che le persone meno fortunate abbiano sostegno, che i ricchi siano OBBLIGATI a contribuire maggiormente, che le industrie che inquinano siano boicottate… ribadisco, lasciamo fare ai giovani. Io a 41 sono di nuovo in evoluzione un po’ come i Pokemon, ma pur non essendo giovane e nemmeno vecchio, non ho pensieri e certezze “chiare” e nette, sono pieno di dubbi. Quando avevo 20 anni pensavo che quelli di 40 avessero una saggezza e consapevolezza della vita forte. Io sto ancora aspettando questa ispirazione 🙂

Il tempo passa, la vita sfugge e il tempo non torna, non perdiamoci in cazzate! Buon 2020

https://www.patrickweb.it/blog/multimedia/2019/12/Elicottero-gatto-spavento.mp4

Tanti auguri Diego

Il mio “piccolo” Diego oggi compie ben 8 anni! 8 anni sono già passati da quel primo parto, in cui sono diventata mamma quasi senza accorgermene, sembrerà strano ma mi ci è voluto un po’ per rendermene conto, però poi è stato un crescendo di amore ed emozioni! Ti vogliamo tanto bene Diego, sei un testone, rompiscatole e puntiglioso, ma anche tanto sensibile e dolcissimo, un bambino onesto e dal cuore d’oro… Quasi per caso qualche giorno fa ti ho messo un bigliettino con un messaggino nel grembiule e l’idea ti è piaciuta talmente tanto che ogni giorno vuoi un piccolo messaggio a sorpresa prima di andare a scuola! 🙂 Auguri da mamma, papà e dalla tua sorellina che ti adora (anche se non vuole i “cucci” 😛 ).

© Stopdown Studio – www.facebook.com/Stopdown.it – www.stopdown.it

Diego e gli spritz

Diego yoga

Amore a prima vista!

6 anni della piccola (non più così piccola) di casa!

Il 16, come si sa, per noi è un numero speciale. Il doppio di 8, il nostro numero (8 settembre, 8 giugno) e la data di nascita di entrambi i nostri figli. Oggi tocca ad Adele, che ormai è una piccola donna! 6 anni, niente male… 6 anni dal bellissimo parto che, grazie alla determinazione che ti contraddistingue, ci hai regalato! Quest’anno anche tu incomincerai la scuola… sarà una bella avventura e vedremo se le tue aspirazioni e inclinazioni saranno confermate (Adele ha grandi abilità pratiche e artistiche ed è molto portata con gli animali, per ora il suo sogno continua ad essere di fare la veterinaria e/o di avere una fattoria da grande! Diego, invece, è molto preciso e pare essere portato per la matematica e le materie scientifiche, hanno due menti completamente diverse e a tratti complementari! 🙂 ).

TANTISSIMI AUGURI ADELE, SII SEMPRE FELICE, ENTUSIASTA E UN PO’ MATTA COME SOLO TU SAI ESSERE!

2018 Villaggio Li Cucutti – Budoni (OT) Sardegna Ajo’!

Scrivo questo post #PERDIRECOSA?!? Per dire che sono rientrato ieri dalle ferie estive con la #family quelle che SE TI VA BENE fai #unavoltaallanno perchè si sa #BENISSIMO come stanno le cose… ognuno sa bene (che poi in realtà così non è…) come stanno le proprie…. ma nessuno delle mie cerchie naviga nell’oro quindi in questo momento penso che #unavoltaallanno ci stia bene! .-p

Di interessante da dire!?!

Animazione del villaggio #licucutti ottima …Tutto lo staff di #villaggibravo #strepitoso Alessandro e gli altri…

Sara… la prima che mi ha salutato (o meglio, la prima che mi ha preso in giro sul mangiare…. stavo caricando un po’ troppo dal buffet!!)

Chiara… fisico statuario! Ottima ballerina.

Camilla e Pierluigi… (a cui pensavo di svelare il trucco di magia del secolo e che in realtà lui sapeva benissimo! Che figuraaaaa 😉 )

Giulia che faceva ballare i pargoletti! (OTTIMA musica da disco!) Nicolas, Loris, Thomas…

Beh, bravo al tecnico Dj Pischedda! e Michelle per le foto… ovviamente le più belle di questo album!

Un saluto particolare anche a Silvietta con la quale ho scambiato un paio di battute solo all’ultimo purtroppo, ma lei era un po’ “la Diva” come Alessandro! Ottima persona, intraprendente, ballerina, molto spigliata!! Io l’ho soprannominata la cavalletta, non stava MAI ferma! Ottima spalla per il pazzo Alessandro!!

Insomma, grazie allo “staff” per averci fatto un po’ spensierare ;-=)

PS: Ma lo sapete che non ho mai usato il telefono per tutta la settimana?!? Lo lasciavo sempre in camera! Guardicchiavo ogni tanto la mail, ma ZERO #instagram, zero #facebook (ma questo non è stato difficile) pochissime news, giusto QUELLE a cui ci tenevo (Aosta e “affari spaziali”…) e i post di Paolo Attivissimo.

SI STA PROPRIO BENE alla fine senza “tecnologia sociale“… oggi avevo proposto anche a Irene di toglierci da tutti i social… ma sai quanto tempo in più si guadagna?!?… Per riprendere un po’ il filo sto facendo notte (sono quasi le 3 del mattino), e non ho ancora “socializzato” diciamo, ma scaricato foto, convertito i filmati, backup su NAS, archiviazione in cartelle dedicate, no #adminchiam , ma con data, luogo, orario ecc… Poi bisogna aggiornare centrale allarme, leggere più di 1000 news… ci vuole TEMPO!!

Saluti a todos… (tantissimissimo tempo che non facevo un album on-line…!!) e un bacione alla famiglia che mi sopporta e malgrado tutto mi portano sempre dietro con loro e non mi abbandonano in autogrill… Io ODIO l’aereo… io ODIO il mare… io ODIO la sabbia… mi ricorda un qualche puffo…

 

Perché preferisco la montagna al mare… (è Patrick che scrive!) :-p

Visto che spesso mi ritrovo a ribadire questa mia preferenza e a notare come subito lo sguardo si fa sbalordito 😯 sul viso del mio interlocutore, provo a buttare giù 2 righe del perché ho questa idea…✨

Premesso che sono nato e cresciuto in montagna🗻, ho sempre vissuto in Valle d’Aosta e le montagne sono sempre state intorno a me fin da bambino, ma penso che analizzando del perché di questo mio gusto “particolare” mi viene da pensarla così:

Sono sempre di corsa, sia mentre lavoro che durante il tempo libero, quando sono in “relax”, ho comunque in testa il cronoprogramma del relax stesso… se sono sdraiato in fondovalle, mi piace alzare lo sguardo sulle montagne attorno, immaginandomi di come raggiungere la cima, mi piace osservare il percorso che farei, evitando quei pezzi che mi sembrano insidiosi, magari pensando di passare nel boschetto e di attraversare il ruscello in quel punto… Mi piace chiedermi cosa ci sarà dietro la cima, cosa potrei vedere da così in alto!

Al mare… sei seduto e cosa osservi?!? Guardi la linea dell’orizzonte nel vuoto, puoi ammirare qualche barca che passa, ma di certo non puoi programmare di raggiungere la linea dell’orizzonte a nuoto o di passare da un punto piuttosto che da un altro, senza una barca hai ben poche possibilità di esplorare.

L’idea mia del mare per rilassarmi è di avere una casetta (anche piccola), di non avere gente intorno, di non aver bisogno di sgomitare per un piccolo spazio all’ombra sotto un ombrellone ecco, anche solo una cosa del genere:

non mi sembra la villona da 4milamiliardi… una casetta con una panchina all’ombra e il mare che mi risuona nelle orecchie… QUESTO sì, questo potrebbe rilassarmi. C’è anche da dire che comunque anche in un posto così con i bimbi non sarebbe proprio un relax perchè appena seduto tempo 2 minuti e partirebbe “papà, naso, papà pipì… ho fame… ecc…” ma questo succede sia al mare che in montagna!! 😉😘

Altra cosa non trascurabile che influenza questa mia preferenza… io ODIO l’aereo, ODIO volare e quindi il dover prendere l’aereo per andare al mare, mi fa odiare anche il mare stesso!

Insomma, sono un montanaro bacanotto, e a meno di non riuscire a vincere al superenalotto penso che difficile che riuscirò mai a divertirmi e rilassarmi al mare!