2018 Villaggio Li Cucutti – Budoni (OT) Sardegna Ajo’!

Scrivo questo post #PERDIRECOSA?!? Per dire che sono rientrato ieri dalle ferie estive con la #family quelle che SE TI VA BENE fai #unavoltaallanno perchè si sa #BENISSIMO come stanno le cose… ognuno sa bene (che poi in realtà così non è…) come stanno le proprie…. ma nessuno delle mie cerchie naviga nell’oro quindi in questo momento penso che #unavoltaallanno ci stia bene! .-p

Di interessante da dire!?!

Animazione del villaggio #licucutti ottima …Tutto lo staff di #villaggibravo #strepitoso Alessandro e gli altri…

Sara… la prima che mi ha salutato (o meglio, la prima che mi ha preso in giro sul mangiare…. stavo caricando un po’ troppo dal buffet!!)

Chiara… fisico statuario! Ottima ballerina.

Camilla e Pierluigi… (a cui pensavo di svelare il trucco di magia del secolo e che in realtà lui sapeva benissimo! Che figuraaaaa 😉 )

Giulia che faceva ballare i pargoletti! (OTTIMA musica da disco!) Nicolas, Loris, Thomas…

Beh, bravo al tecnico Dj Pischedda! e Michelle per le foto… ovviamente le più belle di questo album!

Un saluto particolare anche a Silvietta con la quale ho scambiato un paio di battute solo all’ultimo purtroppo, ma lei era un po’ “la Diva” come Alessandro! Ottima persona, intraprendente, ballerina, molto spigliata!! Io l’ho soprannominata la cavalletta, non stava MAI ferma! Ottima spalla per il pazzo Alessandro!!

Insomma, grazie allo “staff” per averci fatto un po’ spensierare ;-=)

PS: Ma lo sapete che non ho mai usato il telefono per tutta la settimana?!? Lo lasciavo sempre in camera! Guardicchiavo ogni tanto la mail, ma ZERO #instagram, zero #facebook (ma questo non è stato difficile) pochissime news, giusto QUELLE a cui ci tenevo (Aosta e “affari spaziali”…) e i post di Paolo Attivissimo.

SI STA PROPRIO BENE alla fine senza “tecnologia sociale“… oggi avevo proposto anche a Irene di toglierci da tutti i social… ma sai quanto tempo in più si guadagna?!?… Per riprendere un po’ il filo sto facendo notte (sono quasi le 3 del mattino), e non ho ancora “socializzato” diciamo, ma scaricato foto, convertito i filmati, backup su NAS, archiviazione in cartelle dedicate, no #adminchiam , ma con data, luogo, orario ecc… Poi bisogna aggiornare centrale allarme, leggere più di 1000 news… ci vuole TEMPO!!

Saluti a todos… (tantissimissimo tempo che non facevo un album on-line…!!) e un bacione alla famiglia che mi sopporta e malgrado tutto mi portano sempre dietro con loro e non mi abbandonano in autogrill… Io ODIO l’aereo… io ODIO il mare… io ODIO la sabbia… mi ricorda un qualche puffo…

 

Perché preferisco la montagna al mare… (è Patrick che scrive!) :-p

Visto che spesso mi ritrovo a ribadire questa mia preferenza e a notare come subito lo sguardo si fa sbalordito 😯 sul viso del mio interlocutore, provo a buttare giù 2 righe del perché ho questa idea…✨

Premesso che sono nato e cresciuto in montagna🗻, ho sempre vissuto in Valle d’Aosta e le montagne sono sempre state intorno a me fin da bambino, ma penso che analizzando del perché di questo mio gusto “particolare” mi viene da pensarla così:

Sono sempre di corsa, sia mentre lavoro che durante il tempo libero, quando sono in “relax”, ho comunque in testa il cronoprogramma del relax stesso… se sono sdraiato in fondovalle, mi piace alzare lo sguardo sulle montagne attorno, immaginandomi di come raggiungere la cima, mi piace osservare il percorso che farei, evitando quei pezzi che mi sembrano insidiosi, magari pensando di passare nel boschetto e di attraversare il ruscello in quel punto… Mi piace chiedermi cosa ci sarà dietro la cima, cosa potrei vedere da così in alto!

Al mare… sei seduto e cosa osservi?!? Guardi la linea dell’orizzonte nel vuoto, puoi ammirare qualche barca che passa, ma di certo non puoi programmare di raggiungere la linea dell’orizzonte a nuoto o di passare da un punto piuttosto che da un altro, senza una barca hai ben poche possibilità di esplorare.

L’idea mia del mare per rilassarmi è di avere una casetta (anche piccola), di non avere gente intorno, di non aver bisogno di sgomitare per un piccolo spazio all’ombra sotto un ombrellone ecco, anche solo una cosa del genere:

non mi sembra la villona da 4milamiliardi… una casetta con una panchina all’ombra e il mare che mi risuona nelle orecchie… QUESTO sì, questo potrebbe rilassarmi. C’è anche da dire che comunque anche in un posto così con i bimbi non sarebbe proprio un relax perchè appena seduto tempo 2 minuti e partirebbe “papà, naso, papà pipì… ho fame… ecc…” ma questo succede sia al mare che in montagna!! 😉😘

Altra cosa non trascurabile che influenza questa mia preferenza… io ODIO l’aereo, ODIO volare e quindi il dover prendere l’aereo per andare al mare, mi fa odiare anche il mare stesso!

Insomma, sono un montanaro bacanotto, e a meno di non riuscire a vincere al superenalotto penso che difficile che riuscirò mai a divertirmi e rilassarmi al mare!

E così fu… Natale 2017

Ciao I,,, (volute le virgole!)…

che me frega, che CE FREGA?!… sono all’ombra dei 40, devo ancora preoccuparmi delle virgole al posto dei puntini?!? :-p

… e quindi “niente”… BUON NATALE cara Irene!! BUON NATALE 2017 Nenemusha mia… ne abbiamo passate tante in questi anni eh… quanti anni sono passati?!? 30anni o poco meno?!? Eppure… eppure sei ancora capace di stupirmi… Oggi quel foglietto di risposta di Babbo Natale con i propositi suggeriti per i bimbi e per noi… BELLA…. BELLA TU e bello il tuo spirito!!

Spero che i bimbi crescano con questo tuo entusiasmo e questo tuo amore! Sei ancora una che crede nella “magia”… che sia il Natale o altro non fa differenza! Tu riesci ancora a crederci!

Io invece sono un po’ così, non sono cattivo e non mi reputo sicuramente tale, ma ogni tanto mi piglia l’idea di essere troppo “reale” ed egoista… può essere?!? Spero di dare un buon esempio per i nostri figli, ho 40anni e ogni tanto mi “piglia” l’egoismo…. anche se poi però quando succede ragiono: “qual è la cosa che mi fa più piacere di tutto?”… (beh, non quella cosa lì…) allora diciamo “qual è la seconda cosa che mi fa piacere più di tutto?”… e io ti dirò, vedere TE felice… sì, TE, te che sei mia moglie, te che sei mia amica, te che sei madre di Diego e Adele…

Per quest’anno niente regalo materiale, ma ti faccio i miei più cari Auguri per questo Natale lo stesso, ANZI, MIGLIORI!!!!!

Vi voglio bene… e cerchiamo di seguirli questi buoni propositi… tu, io, i bimbi…

 

 

Pensieri sparsi

(By Patrick)

Sono un po’ di giorni che dormo male, che ho “brutti” pensieri per la testa, che mi ritrovo in alcuni momenti come imbambolato a pensare non so neanch’io troppo bene a cosa o del perchè, fatto sta che ho deciso di cercare di buttare giù questi pensieri su questo diario virtuale… visto che ce l’abbiamo, visto che comunque lo mantengo aggiornato e che tutto sommato funziona egregiamente da 10 anni suonati!!

Già… 10 anni di “sito” (parolona Enorme per definire questo spazio), ma che per me e Irene spesso è servito come valvola di sfogo ed è riuscito a fissare nel tempo le nostre emozioni: alcune molto belle, alcune meno belle, e altre semplicemente normali [vedi i tempi in cui riuscivamo ad andare normalmente al cinema], e che quindi in ogni caso è risultato utile al suo scopo. Ora invece sono qui, intorno al giro di boa dei 40anni come dicevano nell’Ultimo Bacio di Muccino a tirare un po’ di somme… Per carità non penso di essere nella fatidica crisi di mezza età anche perchè penso che quella arrivi ben dopo i 40, ma in un certo senso in questo periodo ne sento più il peso. Forse complice il fatto dell’appena passato 61esimo compleanno di mio suocero che mi ha dato lo spunto per riflettere, forse la difficile situazione di una nostra cugina che in questi ultimi mesi a 15 anni si è ritrova già in situazioni più grosse di lei, forse, chi lo sa, la situazione famigliare difficile di alcuni nostri “amici”…. mi hanno messo un po’ di preoccupazioni addosso 🙁

E così mi ritrovo in certi momenti (soprattutto la notte) con un po’ di ansia, ansia per il futuro che è sempre troppo incerto, anche per chi cerca di organizzarsi in tutto e per chi cerca di prevenire ogni possible problema come me… eppure anche per queste persone, alcune volte BOOM, scoppia il casino… Coppie che stanno assieme da anni magari con figli si sfasciano, persone che sono super sportive e salutiste si ammalano, gente che ha un lavoro all’apparenza solido e magari si ritrova a casa da un giorno all’altro con tutto quello che ne consegue…

La palla di cristallo non ce l’ha nessuno, ma se ci si ferma a pensare a queste cose resta difficile non incupirsi. Sono felicemente papà da ormai più di 5 anni e mi rendo conto che alla fine “lavoro” per loro, e con lavoro non intendo il termine letterario della parola, o comunque non solo, ma lavoro nel senso che cerco in tutte le maniere di farli crescere sereni, con un minimo di certezza sulla nostra famiglia e di dargli la sicurezza che vicino in caso di bisogno hanno un padre che c’è e spero, ci sarà “sempre”… no, le ansie che ho in questo periodo non sono in particolare sulla morte, ma più che altro sulla famiglia.
Ho paura di ritrovarmi magari con Diego e Adele grandi e di avere problemi con loro, problemi che magari non sono riuscito a cogliere o a capire, e di non avere più tempo per recuperare…
Penso che per i figli la prima cosa sia che i genitori vadano d’accordo, se siamo nervosi noi, lo sono anche loro, se ci vedono sereni, lo sono anche loro, ma in certi momenti la stanchezza la fa da padrone e non si riesce ad essere disponibili…

Non abbiamo problemi io e Irene, ma le coppie che si sono lasciate (…) li avevano??!?!? Probabilmente sì, e a questo punto lo spererei anche perchè altrimenti non capirei come si possa arrivare a situazioni così brutte! Per i figli, per il compagno/a per se stessi!

Il fatto è che quando ci si incontra anche con vecchi amici, rimane SEMPRE troppo difficile capire la reale situazione… i problemi che possono esserci all’interno di una coppia alla fine rimagono solo ed esclusivamente all’interno della coppia E BASTA… non credo MINIMAMENTE che possa venir fuori un problema serio o meno dal profilo di una persona (o almeno non lo è venuto fuori sui casi a cui faccio riferimento). I social network a mio avviso non fanno altro che aumentare l’ansia se qualcosa non va, soprattutto se continui a vivere di continua apparenza. Insomma, se uno sta di merda, come può continuare a dire che va tutto bene nei suoi profili digitali?!??

Il lavoro che faccio quindi per la mia famiglia mi porta via molta energia e tempo e MI SPIACE UN CASINO di non riuscire a dedicarmi anche agli altri… Queste coppie che si lasciano, meriterebbero da parte mia MOLTO più supporto, ma non so neanch’io come o cosa fare… Non ho la forza per supportare gli altri, nel mio piccolo cerchio ci sono Irene, Diego e Adele, poi i miei suoceri e se vogliamo i miei… altre persone non riesco a farle entrare perchè già con solo questa piccola circonferenza, di problemi ne vengono fuori a palate… Ecco quindi che mi piacerebbe avere un potere, il potere di realizzare un unico desiderio per ogni persona a me cara anche al di fuori del cerchio perchè SONO CONVINTO che non sarebbe un desiderio buttato via, un desiderio scontato o altro, ma sarebbe una cosa MOLTO profonda e MOLTO diversa per ognuno di loro: chi vorrebbe poter tornare col proprio compagno/a, chi vorrebbe riuscire ad avere un figlio, chi vorrebbe tornare in piena salute, chi vorrebbe riavere quella possibilità di dire quella cosa in quel momento, ecc… e poi magari qualcuno chiederebbe sicuramente di avere più soldi… ma penso che sarebbero pochi quelli che risponderebbero così ad unico possibile desiderio, ma tanto il problema non si pone, non ho questo potere per cui non posso far altro di SPERARE PER VOI che questo desiderio si realizzi lo stesso…

Buon Natale 2015

Natale2015

By Patrick

E anche quest’anno Babbo Natale è riuscito a passare da noi!

Grazie per riuscirci sempre Babbo, di sti tempi non è mai certa la riuscita dell’impresa.

Direi di continuare così, personalmente non chiedo nulla di più, perchè dovrei!?? Non ho forse già tutto il “necessario”?!? La stanchezza la fa da padrone nuovamente in questo periodo, 1 lavoro, 2 figli, una casa, 2 gatti, non sono di certo una passeggiata, ma a 16 anni non ero forse stanco lo stesso?!? Sì, sicuramente…

Per fortuna però ho sempre vicino mia moglie, nonchè la mia migliore amica che riesce in qualche maniera a spronarmi un po’ e a farmi rimanere in carreggiata. Per l’anno prossimo venturo, come buon proposito personale ho deciso di curare un po’ di più il fisico, assolutamente non per mostrare i pettorali in giro, ma di mangiare meno schifezze possibile! Capita che per darmi un po’ di forza nelle notti insonni o nelle giornate lunghe, mi divoro dolciumi vari, dal cioccolato al mezzo panettone, biscotti, snack e via dicendo, tutta roba che fa male e lo sento, ma che in quell’attimo mi danno forza!

Il problema e che i 40 sono dietro l’angolo e non facendo più NULLA di sport, il mangiare queste porcherie mi porta troppi scompensi. Non sto a fare un post sulla salute perchè non è pertinente col titolo, ma è un mio obbiettivo per il prox anno.

Invece Caro Babbo Natale, per tutti gli altri a cui tengo, porta un po’ di felicità e serenità in più se riesci, spesso ci si arrabbia per CAVOLATE COSMICHE, e visto che il tempo VOLA, non ha senso rimanere arrabbiati, sarebbe solo tempo sprecato.

BUON NATALE A TUTTI E UN ABBRACCIO AI PIU’ BISOGNOSI