Non ho tempo…

Il problema dell’umanità? Delle persone “normali”? Delle persone che in realtà non hanno problemi seri?!? IL TEMPO…

Quante volte sento dire: “non ho tempo”… non ho tempo per riposare, non ho tempo per sistemare, non ho tempo di guardami un film, non ho mai tempo di fare niente… già, l’unico VERO tesoro che abbiamo in questa vita è il tempo, non sono i soldi, il lavoro o l’avere una bella casa, il tempo che ci è concesso per essere presenti qui su questa terra è la vera ricchezza di ognuno di noi e ognuno ha il suo tempo…

In questo momento mi viene da pensare: saranno mai esistite delle persone con la stessa IDENTICA ricchezza (sempre di tempo stiamo parlando)… persone quindi che sono rimaste in vita per gli stessi identici anni, giorni, ore e magari secondi… sì, proprio una presenza terrena IDENTICA… .-p SICURAMENTE dai… siamo 8 miliardi di persone in “contemporanea”, ci sarà qualcuno che nasce e muore nelle stesse ore!

Comunque mi ci ritrovo anch’io a sentire questa mancanza… me ne rendo nettamente conto soprattutto in campo informatico, una volta ero il re dell’archiviazione, OGNI documento digitale era sempre catalogato e archiviato con tutti i crismi “severi” che mi imponevo… se si faceva un’uscita con la famiglia o gli amici e si facevano foto, a casa scattava subito il lavoro di archiviazione:

creazione cartella dentro il faldone specifico dell’evento, compleanni, cene, ferie, capodanni, ecc..

Addirittura facevo un file di testo (partecipanti.txt) con dentro l’ordine di arrivo delle persone… :-p

Ora invece riguardo le foto, è tutto un “casino” (che cmq è sempre decisamente sopra lo standard delle altre persone), non divido più nulla così in dettaglio, ho un mega faldone (MEGA FRAMMENTI DI VITA) (Sì, ho anche FRAMMENTI DI VITA) e bene o male, butto tutto lì dentro, l’unica cosa che cerco di fare è rinominare ogni singolo file che scarico nel formato aaaammgghhmmss.jpg (Anno mese giorno ora minuti e secondi) in modo che se nell’evento ci sono diversi dispositivi che fanno foto (io e Irene per dire) nello scaricare i file dai vari device, c’è un minimo di continuità e ordine…

Cerco di sistemare al meglio almeno i referti medici impostando sempre la data come riferimento:

E quando compro un nuovo dispositivo cerco nel possibile di registrarlo sul sito del produttore e di fare una cartella con dentro le varie ricevute e i vari estremi del prodotto (data di acquisto, modello, serial number, ecc…):

Ma per fare tutto questo, oltre che una Grande pazienza, ci vuole anche un sacco di tempo, cosa che purtroppo non ho più… non sono più da solo a passare le nottate davanti al PC, ho gli impegni di un intera famiglia, moglie, bimbi, animali, casa… e così il digitale, la mia vita digitale è messa in secondo piano… mi spiace perchè alcune volte può sembrare che non me ne freghi di guardare le foto o i pensieri degli amici digitali e non, E NON E’ COSI’, ma come si fa?!? Solo un esempio delle notifiche DI OGGI appese:

Più di 60 video da guardare su Youtube, più di 20 messaggi su Facebook e più di 1200 messaggi su Telegram che dovrei leggere… Vabbeh, tutte cose sacrificabili, però ammetto che un minimo senso di “ansia” me lo mettono!

Nella nuova configurazione del mio tempo con la tecnologia c’è quindi SEMPRE per prima la mail, la prima cosa che faccio quando prendo il telefono o accendo il PC è guardare la mail, tutto mi arriva lì, le notifiche, gli alert, gli appuntamenti, la corrispondenza… Ho una ventina di indirizzi email sparsi sui vari provider/siti che mi inoltrano TUTTE le comunicazioni sulla mia email principale, tutte le comunicazioni sono filtrate in automatico con etichette dedicate per ogni singolo account.

Finito con la mail, passo ai feed dei vari siti che seguo… 100 o 200 nuovi articoli ogni giorno, ma anche qui ho una classifica, le news essenziali e poi via le altre di secondo rilievo. Finiti i vari aggiornamenti da internet passo a leggere WhatsApp, poi allora cazzeggio con Instagram o Twitter… Facebook è L’ULTIMA cosa che guardo. Insomma, alla fine penso che x la mia salute psichica il cellulare lo posteggio sempre il più possibile, e cerco piuttosto di sedermi sulla sdraio a guardare le stelle piuttosto che “sprecare” tempo con questi mezzi tecnologici in mano, non me ne volete, vi voglio bene lo stesso!

Social non più social

Bene, mi sento di dire che non ho più bisogno dei social per evadere o per “confidare” pensieri… a fine anno 2021 sono stato 4 mesi con tutti gli account sospesi, li ho riattivati 1 mesetto fa, ma non ho postato più nulla, il mio ultimo post su Facebook risale al 10 agosto 2021 e la mia ultima foto su Instagram a più di 2 mesi fa… non che prima usassi i social per postare contenuti, ma li usavo parecchio per “curiosare” sulla vita degli altri, amici “fisici” e amici “virtuali” (inutile che poi magari qualcuno si lamenti di questo no?!? Se posti una foto in modalità pubblica senza restrizioni, cosa ti lamenti a fare se la gente la guarda no?!?). Preciso comunque che nessuno si è mai lamentato con me per aver guardato o commentato un post, o magari appunto solo per aver guardato, ma non aver commentato… ma so come funziona e so le “frustrazioni” che passano nella testa delle persone sulla loro vita digitale.

Basta, me ne tiro ALLEGRAMENTE fuori, ora ne ho consapevolezza, me ne sono reso conto soprattutto dopo la morte del mio bel Gattone Zoe (mancato domenica 22 scorsa). Non ho postato nulla, nemmeno una foto sullo stato di WhatsApp, niente, ho preferito mantenere mio quel momento doloroso e impegnativo. Ora lo ricordo QUI, sul MIO spazio “intimo”, dove nessuno è obbligato a commentare o a far vedere la sua presenza, qui sopra nessuno fa statistiche e nessuno tiene traccia di chi fa cosa. Se poi il mio pensiero si perde nel vuoto, poco importa, a me serve come “sfogo” personale.

Il mondo on-line non fa per me, questa frenesia isterica, nessuna voglia di FERMARSI, di rallentare, di cercare di comprendere un dolore anche dal “basso”, se scrivi un post, dopo mezzo secondo il tuo pensiero rimane esclusivamente in balia degli algoritmi, sono loro a decidere se il tuo “pezzo” merita, se il tuo sentimento o la tua gioia deve rimanere “attiva”… No, non sono in grado di correre così, non ho forza per questi mezzi, rimango piuttosto qui da solo nel mio cortile :-p

Facebook non l’ho mai sopportato fin da quando è nato, o meglio, chi mi conosce sa che ho sempre considerato Facebook un ottimo mezzo per mettere in relazione le persone ed i profili, ma ho sempre lottato con tutta la mia passione informatica contro tutte le app di appoggio al social blu, quelle dei giochini, dei quiz, degli oroscopi, ecc… tutti quegli add-on in sostanza che fanno guadagnare a Facebook milionate di $…

2022 da sballo

Buon 2022 a tutti… iniziato Bene?? Benino?!? Nella norma… come al solito via…. beh, date tempo al calendario di fare il suo lavoro, c’è ancora tutto un anno davanti!! 🙂

Volevo fare delle previsioni per questo 2022… direi che questi ultimi anni hanno avuto così tanta pazzia in genere che io ce ne aggiungerei un’altra:

a Natale è stato lanciato il nuovo mega telescopio spaziale James Webb Space Telescope (JWST) che arriverà ad operare tra qualche mese a pieno regime quando sarà a 1,5 milioni di chilometri da noi, la stazione spaziale orbita a soli 400km, la luna è a circa 400.000km, potrà da quella distanza osservare eventi accaduti circa 14 miliardi di anni fa 🙂 ma la cosa bella è che opportunamente puntato potrà anche osservare esopianeti “vicini” a noi, “simili” alla nostra terra, con il loro sole, e rilevare magari la presenza di acqua e se siamo fortunati anche di un’atmosfera… E cosa succederebbe se si scoprisse che esiste in un lontano pianeta un’altra forma di vita, magari pure simile alla nostra??!? Ma ci pensate al MEGA BORDELLO che ne viene fuori??!? Sarebbe TUTTO da rifare e riprogrammare… tutti i pilastri e le certezze scientifiche su questo tema finora considerate come insolubili, diventerebbero inesatte… Per non parlare poi della religione, lì sarebbe il caos più totale e qui sotto molti aspetti io spererei di dover resettare TUTTO, il famoso Grande Reset che i complottisti novax stanno auspicando potrebbe invece essere questo, la vita su altri pianeti, e non un vaccino che ci resetta con il microcip!

Adesso, sparate grosse a parte, sono convinto che lì fuori ci sia altro, ognuno di noi percepisce che c’è qualcosa di strano nella vita no?!?

AH… non mi dispiacerebbe diventare STRA-RICCO…. mi sto facendo parecchi film al riguardo… avete 6 numeri da darmi??!?? Vorrei poter rivoluzionare la mia vita e anche quella di tante altre persone credo/spero.

Buona vita gente, buon duemilaventidue! [articolo interessante del JWST sul post.it]

Qui sotto un video riepilogativo 🙂

Social

Sono completamente senza profili social da praticamente 1 mese, gli stati di WhatsApp li possiamo considerare social? Ma uso poco WhatsApp per condividere i miei pensieri e le mie foto quindi poco importa.

Quello che ho chiuso e di cui sto facendo a meno è più che altro Instagram, l’unico mio profilo che consideravo “attivo” in questo mare che è internet, l’unico mio alter ego digitale con il quale interagivo nel così detto mondo Social… perchè anche se non postavo gran che come foto, avevo parecchi scambi con vari profili di vario tipo!

Sono “amici virtuali”, persone con la quale in passato pre e post pandemia ho condiviso anche cose molto personali, persone che mi sono state di aiuto in un periodo di vita nuovamente per me difficile, che mi hanno ascoltato, persone che non ho mai incontrato di persona, ma che ho sentito MOLTO vicino! I primi che mi vengono in mente sono SICURAMENTE Morena e Ivano di Le Sex en Rose, 2 pazzi scatenati che mi hanno aperto la mente ad un mondo diverso, fatto di sesso e chi vivrà vedrà (questo lo diceva Rino Gaetano), ma loro ne hanno preso TUTTO lo spunto che potevano… cazzo sì! Avanti così ragazzi, basta preconcetti sulla sessualità, abbasso gli stereotipi di genere! Bisogna avere il rispetto di se stessi e degli altri, poi tutto può essere vissuto! #love

Devo dire che i primi giorni sono stati più “strani“, mi mancava vedere lo stato o meglio le foto di Instagram di quei profili che seguivo con molto piacere, l’ultimo in ordine di mio stalkeraggio era quello di Adrian Fartade, un divulgatore scientifico che mi ha appassionato TANTO seguire… parlava in maniera semplice e molto precisa di spazio e di scienza, con fotografie che aiutavano a capire meglio questo fantastico mondo infinito che c’è sopra le nostre teste! Poi approfondendo ho scoperto anche essere un ragazzo Molto sensibile e molto aperto su tematiche sessuali… spazio e sesso… mancava solo la Maria e me lo portavo a nozze!! .-p

Sì, Adrian è senza alcun dubbio il “mio” VIP del momento che mi dispiace di più non poter seguire, quando andavo su Instagram negli ultimi mesi era il suo di profilo che mi prendeva più tempo! Non volevo mai perdermi un suo post, una sua foto o una sua storia! <3

Ha scansato la vetta che era da decenni di Paolo Attivissimo, ma Adrian è più giovane e poi ha un’apertura mentale sul sesso che mi incuriosisce molto nella sua ingenuità. Cerco sempre di non essere troppo invadente e logorroico con i miei pensieri e le mie “paranoie” ma alcune volte penso che sopportarmi diventi pesante!! Ora tutti questi miei followers staranno dormendo sonni tranquilli!

Altri profili che seguivo con piacere erano di [Ethan], [Alberto] e il mister certificatore di culi [Anthony], ci sono poi parecchie ragazze con cui ho scambiato qualche pensiero e qualche battuta, una su tutte [Shinrin] :-*)

Che dire… potrei avere questo spazio solitario come valvola di sfogo, ma vedere un po’ di tette e culi (l’ho detto in una maniera grezzissima, sono sensibile, ma nello scroll selvaggio non mi soffermo troppo a riflettere) oltre che ovviamente immagini spaziali e gattini vari di Instagram, mi manca… Riprenderò poi piano piano, ma al momento non mi va di dedicarmi di nuovo ad Instagram.

Baci!