Cinema: Cars

Patrick: 

Molto carino. Film… (cartone animato…) ben fatto. Del resto con tutti PC utilizzati per creare questo cartone, non poteva essere altrimenti. (info trovate su Topolino N°2648 del 29 agosto ’06): Cars è il primo film Pixar a impiegare il Ray Tracing, una tecnica di computer grafica che consente alle auto di riflettere in maniera credibile l’ambiente circostante. Per ogni singolo fotogramma sono state necessarie ben 17 ore di manipolazione digitale. E questo nonostante l’impiego di 3.000 sofisticati computer ed elebatori di luce quattro volte più veloci di quelli usati per le sequenze de “Gli incredibili”. (info Topolino N°2)

 

La storia all’inizio mi sembrava un po’ troppo banale e mi è venuto da pensare, adatta ad un pubblico troppo giovane, invece poi personalmente mi sono lasciato trasportare dalla storia e dalle immagini dei motori ruggenti .

Simpatiche le varie “interpretazioni”, il Luigi a cui piacciono solo le ferrari e il suo compagno adibito al cambio gomme sono uno spettacolo. (Spettacolare il pit-stop nell’ultima gara…   )

Condividi con

Un commento su “Cinema: Cars”

  1. Mi piace un casino questo film! Riuscire a interpretare un mondo di sole macchine, che parlano fra di loro è molto fantasioso!!!Poi è bellissimo Cricchetto..I love Cricchetto..=)=)Ciao Ciao W cricchetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *