Tra poco arriva Zoe…

Chi è Zoe? Un cucciolo (quasi 4 mesi) di norvegese delle foreste!

zoe_2m1

zoe_2m8

Tra poco verrà a far parte della nostra famiglia… Diego e Adele ne sono felicissimi! Sicuramente gli vorranno bene ma dovremo insegnar loro a rispettarlo sempre e ad essere delicati e equilibrati con lui.

Perché un gatto? Perché io ho vissuto per quasi trent’anni della mia vita (ne ho 34!) con gatti e per me sono animali speciali e vorrei che anche i miei bimbi abbiano questa possibilità. E’ un grande arricchimento per loro.

Perché un gatto di razza? E, in particolare, perché proprio un norvegese delle foreste? Beh, innanzitutto sono gatti splendidi. Ecco la sua mamma (Emilia) e il suo papà (Tiziano)! 😀 Fantastici!

IMG_3467

tizi_7m4

In passato ho sempre avuto trovatelli… un gatto sordo che avevamo chiamato Pigro e che, purtroppo, è vissuto solo pochi mesi. Poi Piccolo, un gatto che è stato con me per 21 anni. E, infine, Odino per 6 anni… un gatto speciale, disabile. Stanotte ho sognato proprio Odino, tra le altre cose gli facevo una carezza.

Adesso, invece, mi sono orientata su questa razza anche per le informazioni che ho letto in rete, in particolare sul fatto che sia una razza anallergica o, meglio, ipoallergenica, come i siberiani. Gatti anallergici

E’ un aspetto importante dato che Patrick è/era allergico a gatti e cani e che i nostri figli potrebbero avere una predisposizione. In pratica nei norvegesi e siberiani, la proteina contenuta nella loro saliva che in genere causa l’allergia, la Fel D1, sembrerebbe leggermente diversa dalla norma e comunque prodotta dagli ormoni in quantità nettamente minori. Siamo andati così in visita all’allevamento di Alessio e Luigi gattidelfreddo (che ringrazio! 🙂 ) e abbiamo potuto constatare che non ci sono stati problemi, per lo meno nell’immediato, come invece è capitato altre volte per altri gatti trovatelli. Inoltre sono una razza con caratteristiche che mi hanno molto incuriosita e non vedo l’ora di scoprirle, per esempio:

un norvegese attrae per il suo aspetto selvaggio, fiero e allo stesso tempo elegante.
Un gatto che nasconde un mistero, legato alla mitologia e alla storia, un gatto antico tramandato nel tempo.
Ha un carattere fantastico, spontaneo e socievole, allegro ed affettuoso…buono come il pane.
Ideale per i bambini e per la convivenza con altri animali.
Non è un gatto delicato, non ha bisogno di particolari cure e si adatta bene ovunque, ma…
Non è un soprammobile!
Se cerchi un gatto da “divano” hai sbagliato razza, perché il norvegese è molto vivace, attivo e presente.
Ti segue ovunque, è molto curioso e non perde occasione per partecipare alle tue attività.
Parla parecchio e cerca il contatto costante.

Tra poco inizia questa nuova avventura!

PS: sì, lo so che Zoe è un nome da femmina ma… ha uno splendido significato, in greco significa VITA. E poi, è stato approvato da Diego che assolutamente non vuole cambiarglielo (e qui credo c’entri Peppa Pig e soprattutto Zoe Zebra 😛 )

Condividi con

2 commenti su “Tra poco arriva Zoe…”

  1. Sono un po’ preoccupato… (ma all’inizio di ogni nuova situazione lo sono) Spero che riusciremo a gestirlo bene e che riesca a sopportare i nostri 2 bimbi che quando hanno i loro 5 minuti (per non dire 10) fanno perdere la pazienza a CHIUNQUE!
    Gli animali danno tanto alla famiglia ed è quindi fondamentale trattarli come membri, nel bene e nel male, all’inizio dovremo proteggerlo, è lui il più piccolo!
    Ci vediamo tra poco Zoe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *