Cinema: Saturno Contro

Trailer: [qui]

Trama: Un gruppo di amici, che hanno attraversato la giovinezza negli anni ottanta e novanta, si ritrovano alla soglia dei quarant’anni a fare i conti con il senso e la tenuta della loro amicizia, dei loro affetti, della loro vita. Il tema della separazione, sia nell’amicizia che nell’amore, e l’impossibilità di accettarla, li costringe a confrontarsi con i loro sentimenti, le loro emozioni e le loro paure più profonde.

Beh, a me è piaciuto molto malgrado la complessità delle storie e la pesantezza… Morti, tradimenti, abbandoni… insomma, un film un po’ da “taglio vene” e se siete un po’ depressi ve lo sconsiglio!, ma con Ozpetek come registra si è abituati a queste cose, vedi Le fate ignoranti o La finestra di fronte…

Marche rilevate: da oggi ho deciso che inseritò dei punteggi su quelle “marche fantasme” che compaiono nelle pellicole. Beh uno dei protagonisti lavora alla Banca di Roma e alcune inquadrature puntano proprio sul loro logo [voto 4]. Sempre il ragazzo che lavora nella banca in una scena usa il PC e si capisce che il browser è un Internet Explorer versione 6, o comunque non 7 [voto 3]. Vi è poi un enorme cartellone pubblicitario affisso sulla facciata di un palazzo PostePay e Banco posta, pubblicità proprio palese [voto scandalo 10]. Accorsi gioca con la Playstation PSP, ma non si intravede nè il logo nè la marca, l’ho solo riconosciuta perchè la conosco [voto 2].

Cinema: Disturbia

Trailer: [qui]

Trama: Kale ha una vita da invidiare: passa le sue giornate giocando ai videogames, navigando su Internet, mangiando schifezze e guardando la televisione. Inoltre una bellissima ragazza si è appena trasferita accanto al suo appartamento. Kale ha un solo problema: è agli arresti domiciliari e non può lasciare il suo appartamento.

Marche rilevate: A inizio film il protagonista beve col papà una bottiglia di Coca-Cola. Riferimento palese alla Xbox360 della Microsoft (la mamma per punizione gliela toglie…) come pure tutti i file musicali da iTunes… Compare anche una lattina di Redbull. Comunque in ogni caso non hanno stra-esagerato con la pubblicità occulta .

Cinema: Havoc Fuori controllo

Trailer: [qui]

Trama: Quando le due teenager Allison ed Emily decidono di lasciare il loro ricco quartiere per un’avventura nei sobborghi poveri e degradati di Los Angeles, si ritrovano a contatto con un mondo fatto di droghe, violenza e guerre fra bande rivali. Dapprima spaventate, ma poi eccitate dal fascino del proibito, le due ragazze decidono di voler far parte di questo seducente mondo pericoloso. Ma entrare a far parte della 16th Street Gang non è cosa facile. Le ragazze dovranno superare alcune prove e soprattutto si troveranno a dover sottostare al volere di Hector, capobanda senza scrupoli. Presto le ragazze si accorgeranno di essersi spinte un po’ troppo in là in un mondo dal quale non è più possibile tornare indietro.

 

… non è stato un gran film, xò la protagonista morettina era davvero carina! Assomiglia a Penelope Cruz il che dice già tanto. Troppo allo sbando sti ragazzi figli di papà, non penso siano proprio così stupidi nella realtà.

Marche rilevate: Una bella lattina di Pepsi e un classico portatile Apple con collegato un monitor esterno (molto probabilmente un Apple anche quello). Comunque nulla di così marcato.

Cinema: Vacancy

Trailer: [qui]

Trama: Una deviazione in piena notte, l’auto che rimane in panne in un’isolata strada di campagna, e una giovane coppia piomba in un incubo inimmaginabile. Appiedati in un luogo buio e deserto, David Fox ‘e la sua quasi ex moglie Amy sono costretti a passare la notte in un decrepito motel gestito da un proprietario un po’ eccentrico ma apparentemente inoffensivo. I due si sistemano in una stanza spoglia e sudicia, in cui trovano decine di film dell’orrore inquietantemente realistici. Quando si rendono conto che i sanguinosi video sono girati proprio nella stanza in cui si trovano, David e Amy capiscono di essere le nuove vittime di sadici assassini e dovranno mettere da parte i conflitti che li separano per uscire vivi dall’incubo.

Beh, non è un filmone sicuramente, però scorre via senza annoiarti. Alcune assurdità, ma nel complesso lo si può apprezzare tranquillamente.

Cinema: Stepping – Dalla strada al palcoscenico

Trailer: [qui]

Videoclip: [qui]

Trama: Quando DJ, un ragazzo inquieto di Los Angeles, si trasferisce ad Atlanta per frequentare la Truth University scopre lo “stepping”, il ballo che per tradizione viene eseguito nei circoli studenteschi afroamericani e vede le diverse squadre impegnarsi in complesse coreografie accompagnate da suoni ritmati eseguiti soltanto con i movimenti dei piedi e delle mani.

 

 

 Molto carino… un po’ sul filo di 8mile, ma a differenza di quest’ultimo, qui gli avversari di un gruppo piuttosto che un altro, si sfidano e si prendono in giro col ballo .