Mediaset contro YouTube… …e io faccio una “strage”

Mediaset contro GOOGLE!

Patrick: 

Notizia fresca fresca…

MILANO– Mediaset vuole 500 milioni di euro da YouTube e Google. Secondo l’azienda di Cologno Monzese, i due portali sono colpevoli di “illecita diffusione e sfruttamento commerciale di file audio-video di proprietà delle società del gruppo” e per questo motivo li ha citati in giudizio.

Secondo quanto riferito da Mediaset, sul portale di video più famoso del web sono presenti 4.463 filmati di proprietà dell’azienda pari ad oltre 325 ore di programmazione. Materiale per il quale You Tube, ovviamente, non ha tirato fuori un euro. Ma non finisce qui. Nell’atto d’accusa l’azienda italiana sottolinea “che alla luce dei contatti rilevati e vista la quantità dei documenti presenti illecitamente sul sito è possibile stabilire che le nostre tre reti televisive italiane abbiano perduto ben 315.672 giornate di visione da parte dei telespettatori”.

La richiesta di risarcimento, naturalmente, è verso Google, proprietaria del celebre sito di condivisione video. La cifra di 500 milioni di euro secondo Mediaset è però destinata ad aumentare perché fa notare il gruppo “al danno emergente bisognerà aggiungere le perdite subite per la mancata vendita di spazi pubblicitari sui programmi illecitamente diffusi in rete”.

(30 luglio 2008)

Fonte: repubblica

  

Mamma mia…. guarda, già la televisione di per se la guardo poco, solo pubblicità, solo ca..ate con loghi e suonerie per abbonarsi, televendite di ogni tipo… Possibile che anche qui non si diano una svegliata??

Tutto questo, (tra l’altro qualche giorno fa avevo letto un altro articolo su questo tema), per spillare soldi… ma io non mi compro nemmeno più la televisione, poi vediamo come mi “mangi” il cervello!

Condividi con

6 commenti su “Mediaset contro YouTube… …e io faccio una “strage””

  1. Sono anche d’accordo, però… 😉
    Questo articolo non l’ho scritto “io” (Irene, titolare del blog! :-P ) ma Patrick, quindi specifichiamo!
    Ciao maritino!

  2. Riporto un articolo di Gramellini, “illuminante” al riguardo… 😉

    In mediaset virtus

    Mediaset ha chiesto 500 milioni di risarcimento a YouTube, che le carpisce a sbafo i programmi per arricchire la sua sterminata videoteca su Internet. Ecco una di quelle notizie che ti fanno invecchiare. Appartengo alla generazione cresciuta con la tv privata e ricordo tutti i passaggi della sua giovinezza, assai più scapestrata della mia perché vissuta sempre sul filo della legge. Mamma Rai era l’istituzione, la sicurezza, la noia. Mediaset (che allora si chiamava Fininvest) il figlio ribelle che faceva il surf sopra le regole e inondava ogni spazio non transennato. Ricordo i programmi registrati su cassetta e trasmessi dalle emittenti regionali in contemporanea per eludere il divieto della diretta nazionale. Le guerre delle antenne combattute all’ultimo interruttore: i pretori spegnevano e zio Craxi riaccendeva. La leggenda dei solenni accordi di spartizione pubblicitaria con la concorrenza, firmati il venerdì per entrare in vigore il lunedì successivo, ma resi cartastraccia durante il weekend, quando si narra che gli uomini del Biscione vendettero tutti gli spot dei mesi a venire. Che rapidità, che energia, che faccia tosta.

    Gli anni sono passati. Non per il proprietario, che resta un ragazzino allergico alle istituzioni persino adesso che le ha occupate. Ma per noi e per l’azienda che, raggiunta la mezza età, è costretta a usare gli antichi mezzi di Mamma Rai, le leggi, per difendersi dalle scorribande dei nuovi giovani di YouTube: pieni anch’essi di energia, rapidità, faccia tosta. E senza neanche uno zio socialista a coprire loro le spalle.

    Da La Stampa

  3.  

    Striscia la Notizia ha presentato stasera, dandolo per buono, il falso video dell’aereo acrobatico che perde un’ala e atterra intatto, di cui ho pubblicato l’indagine antibufala qualche giorno fa (prima parte; seconda parte). Grazie a tutti i lettori che me l’hanno segnalato.

    Il video, che in realtà è uno spot pubblicitario di una marca di vestiario, è stato trasmesso da Striscia nella rubrica Fatto Matto, piazzandolo addirittura al primo posto, come vedete nel fotogramma qui accanto e sul sito della trasmissione.

    A Striscia non leggono il Disinformatico? Più seriamente, non fanno alcun controllo prima di trasmettere qualcosa di vistosamente taroccato? A nessuno della redazione è venuto il dubbio di trasmettere un falso?

    Santo cielo, si sono ridotti a mandare in onda quello che pescano su Youtube. Cosa piuttosto ironica, visto che Mediaset ha avviato una causa megamilionaria con Youtube perché Youtube pubblica i video di Mediaset.

    Adesso che fanno, si autoconsegnano il Tapiro, o glielo portiamo noi?

    E soprattutto, glielo spiegate voi, che a me vien da ridere?

    Con tanti saluti a quelli che dicono che i blog sono inaffidabili e che soltanto il giornalismo delle grandi testate ha dignità. L’unica grande testata, qui, è quella da dare contro il monitor.

    2008/11/19

    Concordo con chi ha sottolineato, nei commenti qui sotto, che la rubrica Fatto matto pubblica video di ogni sorta, senza alcun esplicito imprimatur di autenticità, per cui la trasmissione di questo falso video da parte di Striscia è un peccadillo; che probabilmente causerà meno danni rispetto alla trasmissione di un servizio-bufala da parte di un TG. Non ne sto facendo un dramma, per carità.

    Al tempo stesso, visto che comunque ciò che passa in TV viene ritenuto (a torto o a ragione) vero se non diversamente specificato, sarebbe stato corretto, e non sarebbe costato nulla, indicare che si trattava di un falso, per evitare ogni effetto diseducativo. Sarebbe bastato aggiungere due parole di precisazione al commento audio di Greggio: “Uno spericolato pilota acrobatico… Accidenti, ha perso un’ala!… Precipita!… Ora sarà impossibile atterrare…. E’ atterrato! Un vero miracolo. Non siamo certo a Fiumicino. Lì il miracolo è decollare.”

    Anzi, rivelando alla fine che si trattava di un falso ci sarebbe stato un effetto sorpresa e forse la gag sarebbe stata più divertente.

    FONTE: Paolo Attivissimo 

    —–

    FANTASTICO…. ABBASSO LA TELEVISIONE!!

  4. Grande Fratello

    La nona sezione civile del Tribunale di Roma ha emesso il suo verdetto: YouTube non potrà trasmettere alcun tipo di filmato proveniente dal Grande Fratello. Il contenzioso tra Mediaset e il canale di filmati in streaming durava dal 2008. Il verdetto stabilisce che YouTube, oltre che rimuovere tutti i video caricati dagli utenti che mostrano clip riguardanti il Grande Fratello, dovrà vigilare severamente sui possibili futuri inserimenti di filmati provenienti dal reality. Mediaset ha spiegato tale motivazione:

    “Tutti gli editori, Mediaset in testa, possono ora investire nella propria offerta gratuita sul web a beneficio dei navigatori, certi di un contesto di regole definite. Tutti gli operatori Internet, a cominciare da Youtube, potranno stringere accordi con Mediaset e gli altri editori in un quadro di legalità e di reciproca soddisfazione”.

    I vertici YouTube hanno invece aggiunto:

    “Stiamo valutando i prossimi passi, inclusa la possibilità di ricorrere in appello. In base alla legge Europea e Italiana, i service provider quali YouTube non hanno la responsabilità di effettuare il controllo del contenuto caricato dagli utenti. In realtà noi andiamo al di là di quanto previsto dalla legge e offriamo ai detentori dei diritti strumenti efficaci per gestire se e come i loro contenuti debbano essere resi disponibili. Si tratta in particolare di un programma chiamato Content ID che oltre 1.000 broadcaster nostri partner, tra cui Rai e Fox Channels Italy, hanno scelto di utilizzare. Mediaset potrebbe semplicemente unirsi a questi altri partner e utilizzare questi strumenti. Oppure, in alternativa, basterebbe che ci segnalasse le Url dei video e noi provvederemmo alla loro rimozione.”

    Fonte: sologossip

  5. Qualche giorno fa mi è arrivata questa mail:

    —————————————-
    Da: YouTube
    Date: 12 novembre 2010 02:47
    Oggetto: Trickyou78 – Video rimosso – Violazione del copyright
    A: Trickyou78

    Centro Assistenza | Opzioni email
    Gentile Trickyou78:
    Abbiamo reso inaccessibile il seguente materiale a seguito di una notifica di terze parti inviata da Mediaset secondo cui questo materiale vìola il copyright:

    Arisa sincerita’ intervista alle iene
    http://www.youtube.com/watch?v=YrTZE-7HJOE

    Tieni presente che la ripetuta violazione del copyright ha come conseguenza la cancellazione del tuo account e di tutti i video caricati tramite l’account stesso. Per evitare che accada, elimina tutti i video per i quali non possiedi i diritti ed evita di caricare altri video in violazione del copyright altrui. Per ulteriori informazioni sulle norme relative al copyright di YouTube, consulta la guida Suggerimenti sul copyright.

    Se una delle tue pubblicazioni è stata erroneamente identificata come lesiva del copyright, puoi presentare una contro notifica. Puoi trovare informazioni su tale procedura nel nostro Centro assistenza.

    Ricorda la sezione 512(f) del Copyright Act, per cui qualsiasi persona dichiari erroneamente, ma consapevolmente, che un dato materiale è stato disattivato per sbaglio o errata identificazione potrebbe essere passibile del pagamento dei danni.

    Cordiali saluti,

    – Il team di YouTube

    © 2010 YouTube, LLC
    901 Cherry Ave, San Bruno, CA 94066
    —————————————–

    Se lo dice Mediaset…
    Io però vorrei capire come fanno a tempestarmi di promo e offerte per Mediaset Premium… Ora ho modificato il mio consenso nel ricevere info promozionali, se mi contattano anche solo un’altra volta, non mancherò di farmi sentire anch’io…

    (Che poi chiaro, una formica che va contro un elefante…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *